Guida turistica Salsomaggiore Terme

Tempo di lettura: min.
Guida turistica Salsomaggiore Terme
Prodotti Salsomaggiore Terme
Guarda le migliori offerte per i prodotti di Salsomaggiore Terme https://amzn.to/3krrizz.
In questa guida turistica vi condurremo alla scoperta di queste rinomate località termali emiliane e dei loro meravigliosi dintorni.

Nel Capitolo 1 vi racconteremo la storia e le caratteristiche delle acque che hanno reso famose le terme fin dal XIX secolo. Nel Capitolo 2 vi proporremo diversi itinerari a piedi e in bicicletta per esplorare le città tra giardini, parchi e architetture liberty.

Nel Capitolo 3 andremo alla scoperta delle tante attrazioni nei dintorni: dalle vestigia geologiche del Parco dello Stirone al circuito dei Castelli del Ducato, fino ai luoghi che videro crescere il Maestro Giuseppe Verdi.

Se siete amanti dei percorsi spirituali, nel Capitolo 4 vi guideremo sulle tracce della Via Francigena, tra pievi, cattedrali ed abbazie medievali ricche di fascino.

Nel Capitolo 5 ci tufferemo nei irresistibili sapori dell’Emilia, con tutte le specialità enogastronomiche della Food Valley parmense. Infine nel Capitolo 6 esploreremo i suggestivi paesaggi fluviali della Bassa Parmense, dominati dalla maestosità del Po.

Speriamo che questa guida possa accompagnarvi in un indimenticabile viaggio in una terra generosa e dalle mille sorprese.
E’ possibile vedere anche l’articolo Cosa c’è da vedere a Salsomaggiore Terme?

Indice


Salsomaggiore Terme e Tabiano Terme: storia e proprietà delle acque termali

Salsomaggiore Terme e Tabiano Terme sono due rinomate località termali della provincia di Parma, la cui storia è strettamente legata allo sfruttamento delle ricche acque minerali presenti nel sottosuolo di quest’area.

Le origini di Salsomaggiore risalgono all’epoca preromana quando i Galli producevano sale dalle acque salso-bromo-iodiche che affioravano naturalmente. In seguito i Romani perforarono pozzi per estrarre l’acqua salata. Nel 1839 il dottor Lorenzo Berzieri sperimentò i benefici delle acque termali, dando vita alla stazione termale.

Anche Tabiano Bagni è nota fin dal 1600 per le proprietà curative delle sue acque sulfuree. Nel 1841 la duchessa Maria Luigia d’Austria, convinta delle virtù terapeutiche di queste acque, ne ordinò l’acquisto e la costruzione del primo stabilimento termale.

Oggi a Salsomaggiore si trova lo stabilimento Zoja che effettua trattamenti con bagni, fanghi e cure inalatorie grazie alle acque salsobromoiodiche, mentre a Tabiano vi è lo stabilimento Respighi che sfrutta le proprietà delle acque sulfuree per curare disturbi respiratori e dermatologici. Entrambe le località propongono anche linee cosmetiche a base delle proprie acque termali.




Itinerari a piedi e in bicicletta a Salsomaggiore Terme e Tabiano Terme

Salsomaggiore Terme e Tabiano Terme offrono diversi itinerari a piedi e in bicicletta alla scoperta delle due città termali e dei suggestivi dintorni collinari.

Uno dei percorsi più interessanti è il percorso botanico Gli alberi della Regina che si snoda nel Parco Mazzini di Salsomaggiore Terme. Il parco storico, progettato agli inizi del 900 dall’architetto Giuseppe Roda, conserva numerose alberature secolari come il Cedro dell’Atlante, il Cedro dell’Himalaya, il Platano e il Tiglio. L’itinerario botanico valorizza 38 esemplari arborei, tutti dotati di targhe illustrative.

Da non perdere a Salsomaggiore Terme è l’itinerario alla scoperta degli edifici in stile Liberty che caratterizzano la città termale. Partendo dalle Terme Berzieri, con le decorazioni orientaleggianti di Galileo Chini, si incontrano la Gabbia del Pozzo Scotti, la Palazzina Warowland, il Palazzo dei Congressi, stazione ferroviaria e la scalinata Berardinelli. Gli edifici presentano ricchi decori floreali, linee sinuose, ferro battuto e vetrate policrome.

Per gli amanti della bicicletta, da Salsomaggiore Terme parte la pista ciclabile lungo l’argine del torrente Ghiara che collega con Fidenza. Il percorso di 7 km è adatto anche al fitwalking. Inoltre, gli appassionati di mountain bike possono cimentarsi nell’itinerario blu tracciati nei dintorni collinari. Da Tabiano Terme parte invece il percorso pedonale di 3 km che conduce al centro di Salsomaggiore Terme.






Dintorni e attrazioni nei pressi di Salsomaggiore Terme e Tabiano Terme

I dintorni di Salsomaggiore Terme e Tabiano Terme offrono diverse attrazioni a pochi chilometri dalle rinomate città termali.

Il Parco Regionale dello Stirone e Piacenziano tutela gli affioramenti fossili e i resti di un antico mare risalente a 10 milioni di anni fa. Presso il Podere Milleppioppi ha sede il Museo Mare Antico e Biodiversità (MuMAB) che espone reperti geopaleontologici e illustra la biodiversità del parco.

Gli appassionati di architettura e storia medievale possono visitare alcuni dei castelli facenti parte del circuito Castelli del Ducato di Parma, Piacenza e Pontremoli, come il Castello di Contignaco che fu roccaforte degli Aldighieri, il Castello di Tabiano eretto dai Pallavicino nell’XI secolo e il Castello di Scipione mentre a Vigoleno spicca l’imponente mastio duecentesco.

Seguendo l’itinerario dei Luoghi Verdiani si incontrano la casa natale del Maestro a Roncole Verdi e il Museo a lui dedicato a Busseto, dove è possibile rivivere la sua carriera musicale ammirando cimeli e documenti originali. Da non perdere anche la visita alla Villa Pallavicino e Palazzo Barezzi.

Queste sono solo alcune delle numerose attrazioni storiche, culturali e naturalistiche che circondano le rinomate località termali, ideali per completare il soggiorno con interessanti escursioni.






Spiritualità lungo la Via Francigena: luoghi di fede da Salsomaggiore Terme a Fidenza

La Via Francigena è un cammino di pellegrinaggio che fin dal Medioevo ha unito spiritualmente l’Europa, collegando Canterbury a Roma. Questo percorso di fede attraversava anche l’Emilia, passando per le città di Piacenza, Fidenza e Fornovo.

A pochi chilometri da Salsomaggiore Terme, seguendo il tracciato della Francigena è possibile incontrare luoghi di profonda spiritualità. La pieve di San Nicomede sorge nella valle del torrente Stirone ed è documentata a partire dal IX secolo; secondo la leggenda i pellegrini si recavano qui con un mattone sulla testa ad attingere l’acqua del pozzo per guarire dal mal di testa.

Proseguendo lungo la Francigena si giunge a Fidenza dove merita una sosta la splendida Cattedrale romanica di San Donnino, con il prezioso portale del XII secolo istoriato da Benedetto Antelami. La cattedrale costituiva una tappa importante per i pellegrini diretti a Roma, come testimoniano i fregi con le raffigurazioni dei viandanti. Nei dintorni si può visitare la pieve di San Tommaso a Cabriolo, appartenuta all’Ordine dei Templari.

Infine, seguendo la via Emilia in direzione Piacenza, dopo 7 km da Fidenza sorge la suggestiva Abbazia di Chiaravalle della Colomba, fondata da San Bernardo nel 1135. Ogni anno, in occasione della ricorrenza del Corpus Domini, viene allestito il prezioso tappeto di fiori che decora la navata dell’abbazia.


Enogastronomia: i sapori della Food Valley tra Salsomaggiore e Tabiano


Salsomaggiore Terme e Tabiano Terme sono situate nel cuore della Food Valley, area della provincia di Parma nota per le sue prelibatezze enogastronomiche.

Tra i prodotti d’eccellenza spiccano il Parmigiano Reggiano DOP, il Culatello di Zibello DOP, i salumi tipici come la Spalla Cotta di San Secondo e il Prosciutto di Parma DOP. Queste specialità nascono dalla sapiente tradizione casearia e norcina locale. È possibile visitare i caseifici nelle colline nei dintorni ed assistere dal vivo alla produzione del Parmigiano Reggiano.

Altri sapori caratteristici del territorio sono l’Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia DOP, i Lambruschi e gli altri vini DOC dei Colli di Parma, la pasta fresca ripiena fatta a mano secondo ricette tradizionali.

Numerose sono le golosità regionali come gli Amaretti di San Secondo, i Tortelli d’erbetta, il Prosciutto Cotto di Parma IGP. Molte specialità gastronomiche sono inserite nel registro De.C.O., a garanzia di qualità e origine.

Passeggiando per Salsomaggiore e Tabiano si possono acquistare queste prelibatezze visitando i negozi del centro. Inoltre i ristoranti propongono i piatti forti della cucina emiliana come tortelli, tagliatelle, gnocchi di patate, cotoletta alla bolognese. Da provare la tipica pizza alta al trancio e l’immancabile aperitivo con i prodotti locali.

Un viaggio attraverso i sapori dell’Emilia consente di scoprire una tradizione culinaria antica, fatta di ingredienti semplici e genuini che danno vita a ricette gustose apprezzate in tutto il mondo.




Il Grande Fiume Po e la Bassa Parmense

Il Fiume Po caratterizza fortemente il paesaggio della Bassa Parmense, area pianeggiante situata a sud del grande corso d’acqua. I borghi rivieraschi come Polesine Parmense offrono la possibilità di ammirare da vicino l’ecosistema fluviale.

Pedalando sulla ciclabile arginale lunga 50 km che costeggia il Po, oppure navigando con la motonave da Boretto, è possibile osservare la rigogliosa vegetazione e la ricca avifauna delle zone umide. Tra le numerose specie di uccelli acquatici che popolano le rive ci sono l’airone, il germano reale, la pavoncella e il martin pescatore.

Il Po con il suo lento scorrere segna i ritmi di vita degli abitanti della Bassa Parmense, terra fertile e dalla spiccata vocazione agricola. Protagonista indiscusso della cucina locale è il maiale, impiegato per produrre rinomate eccellenze gastronomiche come il Culatello di Zibello DOP, la Spalla Cotta di San Secondo e i cotechini.

A Polesine Parmense, borgo con profondi legami con il Grande Fiume, si svolge a giugno la Festa del Culatello e in autunno la Fiera del Porcel. Inoltre sulle rive del Po sono presenti postazioni attrezzate per la pesca sportiva delle carpe.

La Bassa Parmense è stata anche scenario di celebri pellicole cinematografiche, come Novecento di Bernardo Bertolucci, proprio per i suoi paesaggi insoliti creati dalla nebbia e dalle golene fluviali.

Un viaggio in quest’area regala emozioni uniche, dalla natura incontaminata alle tradizioni enogastronomiche, testimonianza di un legame indissolubile tra gli abitanti e il maestoso Po.











Salsomaggiore Terme (Salsomaggiore) - 09/08/2023 - Guida turistica Salsomaggiore Terme
Written by Mokik
Esplora MrPaloma con la nostra chat IA!. Domanda cosa vuoi trovare per cercare rapidamente.

Link referral

Aiuta MrPaloma.com a crescere, utilizza uno dei seguenti link per iscriverti a qualche sito così che noi possiamo ricevere un omaggio.
Amazon Sostieni MrPaloma facendo acquisti su Amazon partendo da questo link amazon.it.
Plutus Ricevi uno sconto del 100% in PLU su tutti i vantaggi basati su abbonamento. plutus.it.

Ricordiamo che in qualità di Affiliato Amazon riceviamo un guadagno dagli acquisti idonei.

Articoli precedenti

Drone

Arena Estiva Parco Mazzini
Arena Estiva Parco Mazzini

L’arena estiva esistente a Salsomaggiore Terme, situata all’interno del suggestivo Parco Mazzini vicino alle Terme Zoja , ospita una serie di eventi. Questo parco è appositamente attrezzato per

Grand Hotel et de Milan attraverso gli occhi del drone DJI Mini 2
Grand Hotel et de Milan attraverso gli occhi del drone DJI Mini 2

Video realizzato con il drone DJI mini 2 del Grand Hotel et de Milan .

La storia di questo stupendo hotel risale alla fine del 1800! Imponente, maestoso, questo

Poggio Diana drone discoteca abbandonata
Poggio Diana drone discoteca abbandonata

Video realizzato con il drone DJI mini 2 dell’immobile Poggio Diana .

Il Poggio Diana fu costruito su progetto dell’architetto Bacciocchi tra il 1928 e 1929 e

© MrPaloma 2024 - Viaggi - Foto - Forum -
Termini di servizio - Privacy