Big Fagiolo
Autore messaggio
Messaggi inviati: 155
Registrato:
06/03/2006 22:21:51

LE VERITA' ASSOLUTE

Cari amici (di legnocesso ),
per voi che come me ogni giorni vi trovate davanti agli occhi
storie sempre + strane, ma VERE, nasce questo forum :
LE VERITA' ASSOLUTEba ba ba

Ho infatti deciso di aprire questa pagina con il solo scopo di dare voce a tutte le persone
che si trovano quotidianamente ad essere testimoni di fatti che all'apparenza possono sembrare ASSURDI...MA SONO STORIE VERE .
Non c'è un soggetto ben preciso per questi racconti, possono infatti riguardare tanto il vicino di casa come un nostro caro amico, come un perfetto sconosciuto, l'unico comune denominatore di queste storie è che ogni volta che ci si trova di fronte ad una VERITA' ASSOLUTA la sola cosa che ci viene voglia di fare è di raccontarla a qualcuno...
bene, questo è lo scopo di questo forum.

BUONE NOTIZIE A TUTTIyes

LE VERITA' ASSOLUTE - Mr Paloma
Messaggio inserito: 03/07/2008 14:42:12
gioui
Autore messaggio
Messaggi inviati: 1
Registrato:
11/02/2008 11:29:02

E' GIUSTO TUTTO QUESTO ?

E' GIUSTO TUTTO QUESTO ?
storie di animali maltrattati e modificazioni genetiche
LE VERITA' ASSOLUTE - Mr Paloma

Oggi cercheremo di dare risposta ad un interrogativo rimasto per troppo tempo inascoltato e lo faremo narrando la vicenda di un uomo che travolto da un delirio di onnipotenza ha tentato addirittura di sostituirsi a Dio.
Siamo nel pieno della crisi petrolifera del '79, Fabri Ramponi, umile tecnico informatico sulla trentina, ha un solo scopo nella vita: risparmiare. I suoi tentativi vengono però continuamente frustrati dai quotidiani aumenti del prezzo del carburante...come fare? Fabri, dotato di un non comune spirito imprenditoriale, scoperta la presenza di un giacimento sulle colline che sovrastano Via XXIV Maggio a Salsomaggiore, decide di acquistare un lotto di terreno in quell'area. Il poveretto però, sottostimati i costi dell'attività di perforazione, ormai accecato dall'ambizione, decide di oltrepassare i confini definiti da Madre Natura per creare una perfetta macchina che abbini la docilità del pastore tedesco alle innate abilità scavatorie dei roditori: il cane-nutria!
LE VERITA' ASSOLUTE - Mr Paloma
I risultati, come immaginabile, sono sorprendenti, ma nessuno si accorge della degenerazione di Fabri che, ormai naufrago in un oceano di oblio e carotaggi, escogita un altro sinistro stratagemma: inietta nel sangue dell'imberbe figlio Filippo un estratto di cinghialina che trasforma il giovane glabro in un irsuto teenager dall'implacabile verve grufolatoria.

La speranza: abbinare all'efficacia di Molly, l'inarrestabile forza d'urto del Commenda.

Il risultato: nel corso della torrida estate 2001 la fitta coltre di pelo di Filippo porta alla pazzia il ragazzo-cinghiale che manifesta l'intenzione di entrare nel mondo del mattone; gli eventi poi precipitano fino a quando Molly, ormai strafatta di antidolorifici e grana sottolio, entra in una comunità hippy e si fa crescere il pelo.
Cosa resta oggi dell'impero petrolifero che aveva fatto dire al benzinaio Meloni: Lè bela tri mes chi venan mia a far rifurniment!? Cosa resta della superbia di un uomo che era arrivato a dichiarare: Filo di così alla mamma che a scuola oggi ti ci accompagno io ?
La risposta è nel volto afflitto e disilluso della povera Molly e nella criniera di un giovane che oggettivamente oggi non può vantare una netta e chiara linea di demarcazione tra i capelli e i peli del culo.

LE VERITA' ASSOLUTE - Mr Paloma
Messaggio inserito: 03/07/2008 15:37:01
Miguel
Autore messaggio
Messaggi inviati: 1
Registrato:
17/03/2006 10:37:28

SENSAZIONALE NOVITA' CULINARIA !

SENSAZIONALE NOVITA' CULINARIA !
Rivoluzionaria scoperta che sconvolgerà il modo di mangiare bene a tavola

LE VERITA' ASSOLUTE - Mr Paloma

Dopo il mais da pastura poliedrico che funziona al lago Tana ma anche al Dragoon pub e la Milan Cola depilatoria per peli incarniti, un'ondata giallo canarino sta per travolgere gli argini della cucina macrobiotica per straripare sulle tavole di tutti i buongustai.
Ebbene si Cugino Nigò ne ha pensata un'altra delle sue: tra pochi giorni potrete trovare sugli scaffali delle migliori drogherie di Via Milano LA MAIONESE BARRICATA Calvè by Nigò, la salsa destinata a rivoluzionare il concetto stesso di sfiziosità.
Facciamo però un passo indietro, cosa spinge un affermato product manager come Nicola Cavazzini a rimettersi in gioco per rilanciare un marchio in caduta libera come Calvè? La risposta abbiamo tentato di desumerla dalle parole stesse del Nigò che nella circostanza aveva però la bocca piena di sbobba; dagli sconnessi rigurgiti che ci ha espresso è emerso quanto segue: "Sono passato sopra alla verdura biologica nelle mense scolastiche e alla soppressione della carne di manzo dal ripieno degli anolini della Predosa, ma non potevo soprassedere all'uscita sul mercato di Mayò, la delicata maionese preparata con crema di yogurt MAGRO!".
Eggià, se anche voi siete tra quelli esasperati dal basso contenuto di acidi grassi della popolare salsina e dalle sue conclamate propietà anti-colesterolo, beccatevi la descrizione del processo di invecchiamento della barricata: la maionese viene abbandonata in botti di dulego proveniente da suini alimentati con solo strutto di maiali sovrappeso per il tempo necessario a renderla pregna dei purulenti grassi "olia mutur" per la cui brevettazione, Zebio, è stato denunciato per crimini contro l'umanità dal tribunale dell'AIA. Solo a quel punto si procede alla prova della verità che garantisce l'unicità del prodotto: questa è infatti l'unica maio a respingere come due poli dello stesso segno il macilento padre di Nicola, detto Jesus; se il malcapitato viene catapultato in cima al Monte Canate alla sua sola vista, allora è proprio Barricata.
Si ok, ma e il prezzo? Per rendere quella che è già stata ridefinita la risposta cremosa ai ciccioli, alla portata di tutti i portafogli, Cavazzini ha pensato di scommettere sulle uova di struzzo e di produrre vasetti sovradimensionati che l'autorevole Leo Lazio (titolare del Clayx Bar)non ha esitato a definire convenienti nel lunghissimo periodo.

LE VERITA' ASSOLUTE - Mr Paloma

E allora mandate anche a voi a masare ketchup e senape e per le vostra grigliata quest'estate fatevi una barricata, se sarete fortunati potrete essere tra i cinque vincitori di un set per flebo col quale iniettarvi la prelibata novità direttamente nelle vene.
Messaggio inserito: 07/07/2008 13:58:30
Nigòz
Autore messaggio
Messaggi inviati: 9
Registrato:
02/03/2006 18:55:30

Ebbene si,come ormai tutti ben sanno è molto tempo ke collaboro con la Calvè,all’inizio ero solo un semplice assaggiatore per corrispondenza,sono poi passato alla mansione di controllore del colore (il mitico e mio preferito Giallo Maio) per diventare tuttora responsabile della produzione della BARRICATA DI NIGò.....
Mi sento quindi in dovere di ringraziare Tanzi Michele per quest’articolo e i ragazzi di MrPaloma per lo spazio dedicatomi!!!
Nn posso far altro di promettere a tutti una MEGA FORNITURA DI SBOBBA,PRODOTTA CON LA MITICA "BARRICATA DI NIGò".....quindi x i partecipanti alla grigliata di Ponte Strambo consiglio di tenersi pronti ke ci sarà da star bene….. (o male?????)

Ah dimenticavo.....tra nn molto in accordo con una nota casa produttrice di Wurstel,(di cui nn posso fare il nome),la Calvè e un contadino della zona ke coltiva patate,verrà prodotta e distribuita in vasetti.....LA SBOBBA DI NIGò...fatta con la vera ed unica Maionese Barricata!!!!


Distinti saluti
Cavazzini Nicola
Messaggio inserito: 08/07/2008 22:22:43
Kaccia
Autore messaggio
Messaggi inviati: 1
Registrato:
24/06/2008 08:16:50

I SOLITI PRECONCETTI

I SOLITI PRECONCETTI
"quando il razzismo irrompe nel giardino dell'arte"

LE VERITA' ASSOLUTE - Mr Paloma

Guardando questa foto i più di voi non potranno che scadere in un banale sdegno, provocato da una bigotta e stantia moralità da paesotto. Immagino l'orrore dipinto sui vostri volti mentre prendete le distanze dall'ennesima provocazione di un individuo che ormai da troppo tempo si porta appresso una fama da UOMO NERO delle favole che non mostra rispetto neppure per l'innocenza di una fragile creatura assetata.
Vergogna! Accecati da luoghi comuni che puzzano di fetida ricotta (di Gusbo), avete dato inizio al vostro personale processo inquisitorio, perdendo di vista la vera essenza di una fotografia che costituisce un mirabile esempio della più elevata delle umane attività: l'ARTE.
Arte?.I più malfidenti di voi staranno già pensando: eccolo qui il furbone di turno che il sabato sera da sbronzo si svirgola le mutande e la domenica le vende su e-bay infiorandole come capolavoro del noto rappresentante della corrente decadentistica salsese Gnagno...Sono buono anch'io direte senz'altro.....adesso vado in salotto, prendo un ventilatore, lo punto adosso a mia mamma, ci scorzo dentro e poi le dico che la brezza che le sta poeticamente accarezzando i capelli è una riproduzione del vento che discende la valle del torrente Citronia, oppure vado in casa protetta, pesto un vecchio e lo registro mentre lo obbligo a cantare il "valzer della terza età" di "Renzo e i delfini", coi rutti.
Non avete proprio capito nulla. Igor Di Meo è un artista vero: crudo, essenziale, diretto, un vero GRILLO parlante sempre DRITTO ad avvistare e mettere in luce le ipocrisie di questa società.e a dirlo è una voce autorevole.
Ebbene si, dove voi vedete solamente lo stupore di chi non riesce a capacitarsi di come qualcuno possa rifiutarsi di fare 4 salti col Martellone anche a seguito della romantica proposta "da dove avevo intenzione di passare io nn c'era rischio di farne un altro" oppure, perchè no, lo sguardo inebetito di chi si sta chiedendo: "come mai la spensierata donzella che avevo "conosciuto" l'anno scorso qui a Viareggio è d'improvviso divenuta così turbolenta e poi cacchio ci fa con quella specie di Harnold in grembo, ma soprattutto perché si sta alterando con questa faccenda degli alimenti....se non sono andato a cena perché ho fatto gli aperitivi lunghi saranno cazzi miei"....bè, il curatore della mostra "Maradona e i migliori anni della mia vita" , Marco "Poeta" Renzulli ( esposizione fotografica allestita e visitabile in camera sua), vi ha voluto riconoscere una "rappresentazione del più genuino stupore di un animo sensibile di fronte al miracolo della vita".
L'ultima parte dell'articolo è dedicata ai più diffidenti che nonostante tutto, ancora continuano a pensare che sarà anche una metafora, "ma par me cont cullè l'era imbarieg me noca e basta", l'immagine che vi proponiamo è infatti l'interno di una sala del prestigioso Guggenheim Museum di New York dove sono state esposte alcune opere del Di Meo.

LE VERITA' ASSOLUTE - Mr Paloma

Passando a cose serie.se siete intenzionati a sottoscrivere una petizione volta ad interdire l'affidamento ad una donna che se la ride di gusto mentre sottopone il figlio neonato a scene che scrivono anzitempo la parola fine ad un suo futuro nel mondo delle persone cosidette normali, fatecelo sapere quanto prima.
Messaggio inserito: 17/07/2008 15:33:47
Bionda
Autore messaggio
Messaggi inviati: 1
Registrato:
07/04/2008 10:43:56

LA MALEDIZIONE DEI PUPAZZI DI LAURO
da una tragica storia vera, una serie per la TV

LE VERITA' ASSOLUTE - Mr Paloma

Stufi delle solite melense proposte della televisione italiana?...
Cazzi vostri..per tutti coloro il cui sole è tramontato il giorno in cui Rete4 ha soppresso l'appuntamento pomeridiano con "Dallas" ho in serbo una sensazionale notizia..pare infatti che la RAI abbia acquisito i diritti della vicenda strasacor che ha tenuto col fiato sospeso mezza Bastelli per due lustri: "la sciagura dei pupazzi di Lauro".
I più raffinati ci vedranno senzaltro l'ennesimo tentativo di fare audience sulle disgrazie di un poveraccio, ed in effetti si tratta proprio di questo. Ma andiamo con ordine...
Stefano Laurini nasce nel 1981 a Fidenza da un parto gemellare frutto dell'amore tra suo nonno Agostino e di una tipa di Milano; turbato dalla mancanza di affetto da parte dei genitori che voleveno si un figlio maschio ma nn lui, Lauro mostra da subito un perverso interesse per i peluches...in particolare ama passare le ore con un simpatico elefantino rosa ricevuto in pieno volto a 8 anni da un giostraio che tentava di cacciarlo dal baraccone dei pesci rossi, lo chiama Ohn (?!) e da inizio ad una fortunata relazione che ci ha fatto tanto sorridere ma soprattutto vomitare. Con il passare degli anni però avviene l'inevitabile: resosi conto che certi atteggiamenti risultavano ormai puerili e che esiste un mondo oltre la stanza dei gioccatoli, il pupazzo lascia Lauro e prende una sbandata per Daisy, cagnetta drizza cazzi di Stefano Peschiera, già nota ai più per essersi fatta metà "Piccolo Zoo". L'idillio dura lo spazio di una notte: appena Daisy scopre la passione di Ohn per le coccole e le lunghe chicchierate lo lascia per il tinchello del trenta di un alano amico di famiglia. Gli eventi a questo punto precipitano:

- Ohn torna sui suoi passi ma nn trova Lauro
- Lauro (cagionevolissimo di salute) si è rotto un piede cadendo mentre si metteva la pomata per le emorroidi e si è beccato la polmonite sull'ambulanza per Vaio perchè si sono dimenticati i finestrini giù
- Ohn va a cercarlo ma nn lo trova perchè per curare tutti i suoi mali contemporanei hanno dovuto mettere Stefano in un reparto nuovo creato apposta per lui che nn è ancora ben segnalato
- Ohn torna a casa, ma mentre sta sistemando una lampadina appeso ad un cappio scivola fatalmente e si impicca.

Rammento ancora il vibrante resoconto con il quale Lauro mi dettagliò quei tragici momenti...ho detto rammento? A dire la verità, senza nulla togliere alle innate doti narrative di Stefano (i diritti delle sue storie sono stati acquistati da una multinazionale farmaceutica come cura per l'insonnia), l'unico distinto ricordo che ho dell'indefinibile lasso di tempo nel corso del quale mi espose i fatti è l'agghiacciante istante in cui mi resi conto che aveva bisogno di parlare, che aveva intenzione di farlo proprio con me e che forse nn avrei mai + rivisto i miei genitori...il resto è la confusa immagine di una bocca che si apre e si chiude ipnoticamente intervallata dalla ritmica accensione di una sequela infinita di paglie.
Bè, a parte i dettagli, quello che tutti si chiedevano era se il Bellaurini si sarebbe mai ripreso, ma soprattutto se la decisione della Philip Morris di tagliare 5000 posti di lavoro per far fronte alla decisione di Stefano di passare alle Camel si sarebbe rivelata azzacata.
Per questo ma in particolare per conoscere i nomi degli attori di spicco scelti dalla RAI per vincere la sfida dell'auditel, dovrete pazientare qualche giorno.....
Messaggio inserito: 26/08/2008 18:13:08
Lamas
Autore messaggio
Messaggi inviati: 75
Registrato:
06/03/2006 09:41:59

Senza Parole

Non ci sono parole per possano esprimere la magnificenza di questa ultima verità assoluta, anzi no una c'è: MOSTRUOSO !!!


cin cin
Messaggio inserito: 27/08/2008 22:15:32
DIVINA
Autore messaggio
Messaggi inviati: 1
Registrato:
11/07/2008 09:42:11

LA MALEDIZIONE DEI PUPAZZI DI LAURO episode II

LA MALEDIZIONE DEI PUPAZZI DI LAURO episode II
Riassunto dell'eposodio 1 : Lauro non sa una sega
LE VERITA' ASSOLUTE - Mr Paloma
Episode II
Leggendo la prima parte dello spiacevole susseguirsi di eventi che risponde
al nome di vita di Lauro avrete certamente ritenuto impensabile che quanto
narrato potesse corrispondere alla realtà; in effetti le cose non son andate
proprio così....bensì molto peggio. Purtroppo la bigotta e antiquata censura
della RAI
ha ritenuto inadeguate al pubblico della prima serata alcune comuni
pratiche quali il sesso orale con la pepata di cozze, il boicottaggio
della pulizia degli interstizi tra le dita dei piedi e i resoconti della
giornata lavorativa + lunghi dei canonici 180 minuti
...inevitabilmente,
quindi, alcuni degli episodi + truci della vicenda in questione sono stati
ingiustamente tagliati, restituendo un ritratto del personaggio che, per
quanto raccapricciante , si discosta nettamente dalla grottesca realtà dei
fatti. Detto che i cultori + accaniti del Lauro style giudicheranno questa
fiction eccessivamente commerciale , proseguiamo con la cronaca dei fatti.
E' forse Lauro il tipo da chiudersi in casa a deprimersi per un anno dopo
una cocente delusione amorosa?

Certo che si...e dopo? Dopo, rimanendo pur sempre un uomo che vive di
eccessi, quando ormai pensi si sia adombrato per sempre la sua mente non ti
va a partorire la seguente idea geniale: " se in ogni occasione agirò sempre
nel meno intelligente dei modi riotterrò senzaltro il rispetto altrui".
E' la svolta: la settimana seguente si fa tatuare a fuoco su una gamba
"Lorenzo Lamas mi fa una sega"
e nel giro di un mese compie una serie di
scelleratezze quali buttarsi con un Bunjee jumping legato ad un parapendio in
caduta libera dal tetto del Bar Andrè, sfoderare abbinamenti di colori
estremi attingendo senza criterio dal suo guardaroba e nutrirsi di scaglie
di peperoncino della qualità "fuego caliente matador des hombres con la
cabeza de vaca" per 12 pasti consecutivi
. Dove però la sventatezza di Lauro
riesce a sfoderare tutto il suo potenziale è a cavallo della sua Multipla
bipower Beleza Pura
; convintosi della teoria secondo cui se ti concentri
troppo su quello che fai finisci per farlo male, quando è al volante si
dedica alle + svariate attività purchè non comprendenti il guardare dove
stai andando
. Ed è proprio dal finestrino della sua macchina che un bel dì
scorge, abbandonato sul ciglio della strada, Pisolo il nano pupazzo col
super caz...pene
; rimane improvvisamente come stordito: spegne la paglia,
posa la birra, interrompe un msg a metà, chiude la mano a poker col tizio
seduto dietro di lui, si accende una paglia, si toglie la tavola da snow che
stava provando, frena, scende e se lo porta a casa
. Poi nessuno lo vede +.
Riappare al bar dopo tre mesi lasciando tutti basiti. Va detto che Lauro è
sempre stato dotato di quel fascino da dodo malato di chi appare sempre
sulla soglia dell'estinzione, ultimo derelitto esemplare di una specie ormai
sorpassata dallo spietato procedere dell'evoluzione
; quel pomeriggio però la
ventata di favelas che abitualmente lo accompagna è acuita da una camminata
incerta e da un morboso e cantilenante susseguirsi delle sue tre parole
preferite: Aia Aia Aia. Il motivo? Tutta colpa della famigerata regola della
L.......tutto preso dallo sguardo dolce di Pisolo, Stefano aveva dimenticato
un fondamentale luogo comune sui pupazzi di bassa statura e adesso era
sagagnato devero! Per salvarlo urgeva un intervento immediato....non mi
dilungherò su come il nano malefico sia finito appeso ad un pioppo secolare
a testa in giù..fatto sta però che quando ormai si pensava di essercene
liberati definitivamente ce lo siamo ritrovati il giorno seguente al bar a
giocare a rondinella con Caccia e Chiaro...Ma questa è un'altra storia.
Per ora è + o meno tutto su questa faccenda.

CONTENUTI EXTRA - CAST
Amici giunti a questo punto non ci resta che presentare il Cast faraonico
scelto dalla Rai per questa fiction
.
Per il ruolo del protagonista si era fatto il nome di .LUKE PERRY a
cui Stefano, con la sua aria trascurata, è stato spesso paragonato dai
media; si è invece deviato su un campione rubato al mondo dei motori che
grazie alla sua freschezza dovrebbe impersonare alla perfezione un
personaggio dall'età indecifrabile come il Bellaurini: RUBENS BARRICHELLO .
Nei panni dei 2 pupazzi saranno calati: come Ohn Michele Maccini che per
merito della sua tenerezza ha vinto la concorrenza del Teletubbies viola e,
ovviamente, come Pisolo Lollo T.M., già Frodo Beggins, che potrà giovarsi di
un'extension inguinale gentilmente offerta dalla famiglia Rattoti. Siccome
il Lungo era già impegnato nel ruolo di Ohn, la parte di Maccione se la è
aggiudicata l'unico che ne poteva avvicinarne la carica di sex appeal:
George Clooney che ha subito dichiarato:"Dehehoho..Ma che cosa?!".quando si
dice un bravo attore.Si va bene..ma la patata? Data la carenza di donne
nella vita di Stefano, ma l'importanzza delle stesse nella guerra degli
ascolti, gli ideatori della fiction si sono arrampicati sugli specchi: la
madre sarà impersonata
da un'improbabile PAMELA ANDERSON , il gemello Marco
da
WENDY WINDHAM (????) che si dice Lauro ricordi vagamente quando si
traveste da donna a Carnevale, mentre, e qua si tocca veramente il fondo, è
stata arruolata addirittura Ramona Badescu per recitare nel ruolo della
pepata di cozze in una scena erotica che farà sicuramente discutere
.

Rischio, perversione e tanto tanto rudo: La maledizione dei pupazzi di
Lauro, a ottobre sui migliori teleschermi.


LE VERITA' ASSOLUTE - Mr Paloma
Messaggio inserito: 05/10/2008 18:18:01
© MrPaloma 2021 - Viaggi - Foto -